.
Annunci online

CALLIOPE
...Il colore della mia anima...
 
 
 
 
           
       



 






Gli uomini bramano sempre essere il primo amore di una donna, e questo è l'effetto della loro stupida vanità. Noi donne abbiamo l'istinto più sottile. Ciò che ci piace essere è l'ultima storia d'amore di un uomo...!!!     Oscar Wilde









Lo spirito afflitto trova pace
solo in unione a uno spirito a lui simile.
I due convergono nell'affetto,
come uno straniero si rallegra
a vedere un altro straniero
in una terra lontana.
I cuori che si uniscono
per mezzo del dolore
non saranno separati
dalla gloria della gioia.
L'amore lavato dalle lacrime
rimane eternamente puro e bello.
kahlil Gibran



marie-antoinette





                               






"
Solo nei sogni gli uomini sono davvero liberi, è da sempre così e così sarà per sempre..." John Keating in Attimo fuggente.

















Domani sarà tardi per rimpiangere la realtà...è meglio viverla...è meglio viverla...Gabri-Vasco Rossi.









I sogni si realizzano;senza questa possibilità, la natura non c'inciterebbe a farne. John Updike. 










"I momenti migliore dell'amore sono quelli di una quiete e dolce malinconia, dove tu piangi e non sai di che". Giacomo Leopardi.




Due amanti somigliano a due arpe con lo stesso diapason e pronte a confonedere le voci in una divina armonia. Alphonse Karr.













 

 
24 settembre 2007

Parole non dette.

 
Oggi ho voglia di scriverti, per parlarti, per dirti con poche parole ciò che non ho il coraggio, o forse la paura, di svelare, a te e a me.
Ripensare alle tue parole, quelle che ho aspettato per tanto tempo, quelle che non sono arrivate quando sarebbero dovute essere pronunciate, devo ammetterlo, fa un certo effetto.
Se ripenso a quel regalo, a quella “cosa” che mi aspetta in qualche cassetto della tua stanza, in attesa di essere scartata, in attesa di essere il sigillo di una promessa, mi viene voglia di spiccare il volo e coronare quello che fino ad ora credevo fosse uno dei miei sogni.
Ma prendere delle decisioni non è facile e, da sola, mi sono persa fra i meandri dei miei pensieri, ho perso la strada e mi sono ritrovata di fronte ad un dissestato sentiero di campagna: un bivio senza alcuna indicazione.
Forse questa situazione me la sono creata da sola, forse avrei dovuto prendere le decisioni “alla leggera”, spiccarlo davvero quel famoso volo solo per migrare altrove, dove forse il cielo è più bello, il clima più mite, dove forse avrei trovato meravigliosi paesaggi sconfinati su cui poter volare…con te.
Ma la paura di perdermi, la paura di accorgermi che, in fondo, i soliti posti, i soliti luoghi, erano ciò che davvero mi bastava, mi ha frenato.
Per la paura di sbagliare, per la paura di accorgermi di essere andata incontro al niente, mi sono privata di quello che poteva essere la realizzazione di un sogno o la tristezza di un’enorme delusione.
Qualcuno, forse, la chiamerebbe codardia.
Io, invece, dico che a volte, nella stazione della nostra vita, passino dei treni che non sono destinati a tornare.
Chiamarli, invocarli, pentirsi di non esserci salito quando quei treni sarebbero stati disposti a restare fermi per ore, giorni, mesi o anche anni solo in attesa che salisse quell’unico passeggero, dopo, quando è troppo tardi, quando quei treni, quel treno, rassegnato, a malincuore è partito, bè, avere la pretesa che passi di nuovo è inutile ed egoistico.
Forse è sbagliato pensarla così, forse è giusto dare e ricevere una seconda possibilità. E allora forse queste parole sono ancora una volta scritte a matita e un giorno, chissà, basterà uno sguardo perché possano essere cancellate e sostituite finalmente da quelle promesse mai mantenute.
Ma forse allora questo posto, questo abbraccio vero, reale e sincero che mi tiene qui, questo meraviglioso porto che mi sento di chiamare casa, sarà stato spezzato via da una bufera, ma una bufera che non abbia il tuo nome.
A quel punto, sola con me stessa, sarò in grado di prendere le mie decisioni, sarò in grado di nuovo di passare per la tua stazione se mai ce ne sarà ancora una.
Ora sono qui, legata ad una vera promessa che mi fa battere di nuovo il cuore. Ora questa è la mia casa, è qui che ho gettato la mia ancora.
E ti penso, qualche volta, come forse ti penserò per sempre come tutte le persone che hanno significato tanto nella mia vita. E custodisco gelosamente i nostri ricordi come qualcosa di veramente magico che la vita mi ha donato.
Ma forse, per la prima volta, sento che devo avere il coraggio di iniziare a tagliuzzare quel famoso filo che ha resistito alle promesse mai mantenute, agli anni, ai chilometri che da sempre ci hanno diviso. Ti voglio bene. Te ne vorrò sempre. Con immenso affetto ti mando un bacio perché tu lo custodisca in quel cassetto stracolmo di purezza ed ingenuità, in quel cassetto dove custodisci il ricordo di una ragazzina che con assoluta sincerità aveva saputo confessarti il suo amore, il suo primo amore.
Solo il tempo svelerà cosa il destino ha in serbo per noi. Con immenso affetto ti abbraccio.




permalink | inviato da CALLIOPE il 24/9/2007 alle 16:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo

animalinda
misspadania
ofyp
totta
summer87
dormiente
il_mio_sfogo
laly-cry
zukkero
Claudio84
patafrulli
pier luca
angelis
enzooo
GeminiSaint
favonious
Cla



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     agosto        ottobre